Il Liceo Artistico e Musicale "Foiso Fois", fondato a Cagliari negli anni Sessanta, è una scuola con forte connotazione culturale che privilegia gli studi artistici, teorici e pratici, in cui l'apprendimento dei saperi è finalizzato al saper fare

L'obbiettivo primario della sua offerta formativa è quello di coniugare la metodologia progettuale della ricerca artistica con una solida formazione di base in ambito linguistico-storico-letterario e scientifico-tecnologico.

L'aspetto fondante della didattica è, comunque, lo sviluppo e la valorizzazione della creatività considerata come la più importante risorsa umana in quanto forza propulsiva alla crescita del singolo e della collettività.

Tra i punti di forza della scuola ci sono:

- Un contesto educativo in cui ognuno può imparare ad esprimere le sue potenzialità, essere guidato a sviluppare la propria personalità, apprendere il valore del confronto e del rispetto reciproco mantenendo la propria individualità.

- Il radicamento culturale nella città e nel territorio che la ospita, componente basilare della sua storia e della sua identità.

- L'esperienza didattica pluridecennale, aperta al dialogo tra generazioni e volta all'innovazione e all'inclusione.

Il Liceo Artistico, oltre ad adempiere alle proprie finalità istituzionali, è stato anche un punto di riferimento culturale nella città e nella provincia e un soggetto attivo nella organizzazione e promozione di proposte artistiche ed espositive. Caratterizzante è il ruolo svolto dal corpo docente, che tra i suoi componenti ha annoverato diversi artisti tra i più rappresentativi del panorama artistico isolano.


                                                                        progettostudentilac.jimdo.com/

PROGETTO STUDENTI LAC di Beatrice Artizzu

 

Il significato generale dell'esperienza può essere sintetizzato dal motto "se ascolto dimentico, se vedo ricordo, se faccio capisco", che il Liceo Artistico Musicale di Cagliari Foiso Fois, prende in prestito da un aforisma di Confucio e che è anche il pensiero in cui si sintetizza la filosofia pedagogica di Bruno Munari, grande artista milanese famoso in tutto il mondo per le sue creazioni e per le sue innovative esperienze di didattica museale. Sua, infatti, è l'idea di un museo dove non ci si limita a guardare, ma si può fare (toccare, costruire, manipolare, scoprire, giocare); l'idea, insomma, di un vero e proprio museo - laboratorio in cui si possa "imparare facendo".

Il coinvolgimento attivo degli studenti che li vede partecipi in termini di progettazione degli spazi, esposizioni, laboratori, comunicazione, ecc., costituisce l'aspetto didattico - pedagogico centrale dell'iniziativa. 

Download
Profilo della prof.ssa M.Beatrice Artizzu Architetto
MBeatrice_Artizzu_profilo_15_link.pdf
Documento Adobe Acrobat 72.4 KB

Parte delle fonti sono state prese dai siti ufficiali allegati.